mercoledì 20 aprile 2011

Trova con il metal detector 10 monete d'oro


Steve Bestwick ha portato alla luce dieci monete d'oro da terreni agricoli dopo aver trascorso anni alla ricerca del tesoro. Le monete,attualmente sono oggetto di valutazione al British Museum,
In termini di archeologia, è come vincere alla lotteria. Non riuscivo a credere alla mia fortuna ', ha detto il 55-year-old, da Wigston, Leicestershire. 'Esco sempre con la speranza di trovare qualcosa di importante, ma finisce sempre nel trovare spazzatura Questa volta è stato diverso. Le monete non sono inglesi - noi pensiamo che provengono dal nord della Francia - quindi è un po un mistero come possano essere finiti a Leicester.
"E 'probabile che essi avrebbero potuto essere dato a un guerriero inglese che ha lavorato come mercenario -. Anglo-Sassoni erano noti per la loro lotta senza paura e spesso impiegati per la lotta per i governanti stranieri' .

Fonte e Foto by: http://tesorisommersi.blogspot.com/

Read More...

martedì 19 aprile 2011

Siti Di Monete e Numismatica


Dedichiamo questo post alla sponsorizzazione di alcuni siti di monete e numismatica...

http://www.cgb.fr/monnaies/indexgb.html
Un bel catalogo di monete antiche

http://www.harlanjberk.com/ancientcoins/cncc.asp
Ancora monete in vendita greche, romane e bizantine

http://www.ancient-art.com/index.html
Guy Clark Ancient Coins and Antiquities - Un ampio catalogo di monete greche, romane, bizantine, ecc.

http://www.muenzen-ritter.net/
Un sito ben fatto ed esteso di monete romane

http://www.coinstkalec.ch/
Un bel catalogo di monete molto costose di una Società svizzera

http://www.frankkovacs.com/
Un bel catalogo di monete molto costose di una Società californiana

http://www.smytheonline.com
Un bel catalogo di monete costose

http://www.elsen.be/
Un bel catalogo di monete greche, romane, bizantine - interessante la parte didattica

http://www.rosenblumcoins.com/
Un ampio catalogo di monete greche e romane ma anche di tutto il mondo

http://www.robin-on-acle-coins.co.uk/
we have put our considerable knowledge of the art of numismatics to good use by entering the coin market.

http://www.ancientimports.com/
Monete bibliche, romane, greche, galliche

http://www.numismatica.it/index.htm Numismatica Lago maggiore - vendita acquisto monete

http://www.aebroma.it/mo/dxmo.htm Vendita di monete. Scegliere una categoria dal seguente indice: ..

http://www.edgarlowen.com/index.html Edgar L. Owen, Ltd. - A Premier Gallery of Antiquities, Ancient Coins, and World Art

http://www.artemideaste.com/ Artemide Aste s.r.l., casa d'aste numismatiche di San Marino, acquista e vende monete antiche e moderne anche direttamente.

http://www.deamoneta.com/galleria/ DeaMoneta è una portale di numismatica che presenta gallerie di monete in vendita di commercianti italiani.

http://members.aol.com/AkropolisZ/index.htm Vendita di monete antiche greche, greche imperiali, romane, giudaiche, bizantine - Names of Governors and Legates on the coins of Moesia Inferior

http://www.ancientcoinart.com/ Un bel catalogo in linea e le sette fatiche di Ercole

http://www.arsantiqva.com/ Aste internazionali di monete, medagli e libri - presente a Londra, Roma e Varese

http://www.stacks.com/ Aste di monete rare, con indicazioni di carattere collezionistico

http://www.sigmacoins.com/ Vendita di monete antiche

http://www.colocoinex.com/ Insieme al prezzo di vendita un ampio catalogo di monete antiche

http://www.flanumismatics.com/index.html Monete in vendita all'asta

http://www.roemische-muenzen.de/ Con un ampio catalogo di monete in vendita - attenz. cliccare START in centro pagina

http://www.chi-rho.com/ Con un ampio catalogo di monete in vendita dalla Repubblica a Bisanzio

http://www.herakles-inc.com/ Un ampio catalogo di monete antiche in vendita

http://www.vosper4coins.co.uk/ Celtic Coinage, Greek Coinage, Other Ancients, Roman Coinage, English Hammered Coinage, Scottish Coinage, Irish Coinage

http://www.noeren.de/ Un sito con belle immagini di monete antiche

http://www.astartesa.com/ Una bella selezione di monete antiche
# http://www.mcintosh55.com/coins.html Monete in vendita

http://www.antiquities.co.nz/ Antiquarius

http://www.aeratus.com/ Ancient Coins and Antiquities - monete imperiali

http://pages.infinit.net/aurelius/coinmenu.htm Wolf and Twins Antique Coins

http://www.beastcoins.com/ Sito molto vario dedicato alla monetazione antica; animali, tipi architetturali, personificazioni, antoniniani, nominali, Ercole, le donne, ecc.

http://www.ubs.com/2/g/numismatikshop/index.htm Il sito web della UBS - monete di tutto il mondo

http://www.numislanz.de/ Un bel sito tedesco di aste numismatiche, ben ripartito tra greche, romane, bizantine

http://www.romancoin.com/ Roman coins for sale here!

http://www.vcoins.com/ Una catena di negozi - Effettuare la ricerca di una moneta attraverso http://www.vcoins.com/search.asp

http://www.maltergalleries.com/ Un ampio catalogo di monete greche, romane, tolemaiche

http://www.nrarities.com/ Numismatic rarities - si occupa di monete d'oro

http://philipew.tripod.com/philwcoins/Monete romane e medioevali, altri oggetti di antiquariato

http://www.coin-gallery.com/rexco/rexco.htm Buys, sells and trades predominately in ancient Greek, Roman and Byzantine coins

http://members.intelos.net/~lilcoins/ Coins of the ancient and medieval world

http://www.users.globalnet.co.uk/~travis1/ Ancient Coins & Artefacts

http://www.tomcederlind.com/ Un bel catalogo online di monete antiche in formato PDF (il trasferimento richiede tempo)

http://www.olympusnumismatics.com/ Un bel catalogo di monete antiche

http://www.numisart.com/ An online store, con molte belle immagini di monete antiche

http://ancient-coins.com/sale/sale.htm Una rassegna di 1200 monete antiche e relativi prezzi, corredata da una lista consultabile di 1000 leggende del dritto

http://www.quadrigaancients.com/ Catalogo di vendita on line - Roman Republican Silver - Image Database

http://users.skynet.be/caracalla/ Monete romane e altre in vendita

http://www.majestic-antike.de/shop/ Several hundred Roman coins and artifacts for sale but only about 20 of the more expensive items

http://www.24carat.co.uk/ancientcoins.html Una bella galleria di ritratti di imperatori romani, gli antoniniani di Gallieno ma sopra tutto disponibilità a comprare monete antiche

http://www.ghiglione1885.com/ Aste numismatiche

http://www.romanremains.freeserve.co.uk/r.htm Reperti archeologici e monete trovati in G.B. con il metal detector

http://www.hdrauch.com/ Pubblica asta di monete greche, romane e moderne

http://www.cgb.fr/monnaies/ Un bello e ampio sito numismatico dedicato alla monetazione greca, romana, bizantina e moderna

http://www.calgarycoin.com/hub.htm Una rassegna non ampia di monete antiche, accompagnata da indicazioni di carattere storico

http://www.monetaromana.de/ Antike römische Münzen

http://www.coolcoins.com/ Kenneth W. Dorney Classical Numismatist

http://www.angelinicoins.com/ Angelini coins - vendita di monete antiche

http://www.astarteit.com/astach/aste/auction.html Monete greche, romane, bizantine e barbariche

http://home.sprynet.com/~shpion/coinpage.htm Ancient Roman Coins

http://www.ticoins.com/ Treasure island stamps and coins

http://www.museumsurplus.com/ Sell of ancient coins and antiquities

http://www.coin.com/coins/ Una bella rassegna di monete antiche greche (71), romane (c. 100), bizantine (11), giudaiche (73)

http://www.romancoins.com/ Monete greche, romane, bizantine e altre ancora

http://www.campgate.com/ CampGate Enterprises - Ancient Coins Greek Imperial/Roman Provincial, Roman, Greek, Uncleaned Ancients

http://www.ancienthistory.com/coins/ Greek gold and electrum, Roman gold, Dark Age gold, Byzantine gold, Greek silver, Greek and Greek imperial bronze, Greek imperial silver, Roman republican and Imperatorial silver, Roman imperial silver, Roman republican bronze, Roman imperial bronze, Judean/biblical silver, Judean/biblical bronze, Byzantine bronze

http://www.antiquainc.com/ Ancient Art & Numismatics - Zurich

http://listings.ebay.com/aw/listings/list/category532/index.html Aste di monete

http://www.webspawner.com/users/coinsrome/ Aste di monete

http://home9.swipnet.se/~w-90469/ancient.htm 6 Roman coins with fairly large photos

http://www.angloantiquities.com/ Monete e antichità dal 100000 a.C. al 1800 d.C.

http://www.ancientcoins.ca/ Decine di monete in vendita celtiche, partiche, greche, romane, barbariche, giudaiche, bizantine

http://www.coinsofisrael.com/ Monete in Israele, giudaiche, romane, bizantine

http://www.trajancoins.com/ Trajan Coins & Antiquities - monete romane imperiali

http://www.celatorsart.com/index.html Celator's Art Ancient Coins - vendita di monete e dettagli sulla pulizia delle monete

http://www.cngcoins.com/ Classical numismatic group ltd - monete di tutte le epoche

http://www.aurea.cz/ Aurea Numismatica a Praga

http://www.coinmac.co.uk/ Monete antiche in vendita

http://www.ancientcoins.biz/ In vendita monete antiche di poco prezzo ("ancient coins for small prices on sale")

http://www.ancientbritons.com/ Ancient Britons is an online collection of Roman, Celtic, Saxon and Medieval coins and Artifacts mainly from Britain

http://www.andeavorafter.com/ Welcome to Andeavor After Coins

http://www.dcatalog.de/ TKalec Ag Zürich-Schweiz kündigen an eine höchst bedeutende auktion antiker münzen in feinster qualität

http://members.ebay.com/aboutme/dltcoins Monete tardo romano impero

http://www.deepfield.com/anoot Classical numismatics - compiti educativi e di vendita

http://www.sixbid.com/ Una casa d'aste tedesca con un bel catalogo di monete celtiche, greche, romane e bizantine

http://www.argenor.com/ Expertises et estimations de monnaies de collections

http://www.bussopeus.de/ Münzen der Antike aus verschiedenen deutschen Sammlungen, besonders griechische Kleinmünzen und Münzen der Römischen Republik. Islam, Ausland

http://www.kunker.com/ The Kuenker Online Shop (è lo stesso sito di http://www.sixbid.com/)

http://www.gmcoinart.de/ Un sito tedesco per la vendita di monete

http://www.lanz.com/ Un sito tedesco per la vendita di monete

http://www.compressore.com/ Compressore is a german based company specialized in ancient coins and artifacts. We have an overseas parter too: Barry & Darling Ancient Coins

http://www.aabm.be/roman.htm Listing of Ancient Roman Coins: Note: All prices are in Euro! Nessuna immagine

http://www.rustypennies.com/index.html Specializing in Ancient, Medieval European, Islamic and Russian Coins

http://www.oldcoinman.com/ Sito molto didattico con link sulle proprie aste (Yahoo, Ebay e Amazon), sulla catalogazione delle monete attraverso la leggenda e su consigli per la pulizia

http://www.freemanandsear.com/ Un sito con un ampio catalogo di antiche monete greche

http://www.qedar-coins.com/ Shraga Qedar - the site of a numismatist from Jerusalem, specializing in ancient, Islamic and medieval coins up to 1500

http://ourworld.cs.com/aesyoulikeit/ Un sito di monete in vendita

http://sammler.com/mz/rom.htm Ein Abriß über die römischen Münzausgaben ab Kaiser Augustus

http://www.spink.com/home_page/index.asp Spink & Son on-Line Stock Coin

http://www.civitasgalleries.com/ by Benjamin R. Bell and Joshua MoranCurrently - Our ancient section contains only Greek, Roman Republican, Roman Imperial, Byzantine and Dark Ages coinage, but coinage from Parthia, the Sasanian Empire and other eastern cultures will soon be added, so check back soon

http://www.coinvault.com/index.html Clark Smith Numismatist, specialist in world gold coins

http://www.ancientauctionhouse.com/ Ancient Auction House was established in New York City in 1997. Our Corporate office moved to Tampa, Florida in 1999

http://www.socalcoins.com/ Southern California Coins

http://www.circomaximo.com/index.html We specialise in Roman, Byzantine, and Greek coins, and our stock cuts through the ages of these ancient realms.

http://www.classicalcoins.com/ Classical Coins offers ancient coins for every budget, numismatic literature, and antiquities. Il sito offre anche indicazioni su come stimare il grado di conservazione e include un glossario, una bibliografia, una galleria di busti imperiali

http://www.inasta.com Casa d'aste di San Marino, è necessario iscriversi

Read More...

venerdì 15 aprile 2011

IlMetalDetector cresce...


Abbiamo deciso di spostare il blog su server dedicati e creare uno spazio dove poter chattare con persone ed esperti del settore per confrontarsi e scambiare opinioni in merito al nostro hobby preferito...il Metal Detecting...
Veniteci a trovare e dateci i vostri pareri su come migliorare, attualmente abbiamo implementato solo la parte del blog che contiene gli stessi articoli del suo predecessore.
Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi

WWW.ILMETALDETECTOR.COM

Read More...

mercoledì 13 aprile 2011

Manuale ACE 250 - ITA




Controlli ACE 250

Escludiamo la parte dell’assemblaggio in quanto risulta molto facile montare lo strumento.
Non sono necessari attrezzi particolari per montare il metaldetector ACE.
Le quattro batterie di tipo AA sono incluse con lo strumento.
Prima di assemblare il vostro ACE assicuratevi di avere tutti i componenti necessari elencati.
- Asta a forma di barchetta della scatola di controllo.
- Asta superiore.
- Asta inferiore.
- Due manopole
- Due rondelle
- Un bullone passante
- Bobina di ricerca con cavo.
Il modello ACE 250 comprende le seguenti funzioni di controllo non presenti nell'ACE 150.
1. Pulsante DISCRIM. Usare il pulsante DISCRIM + o – per muovere il cursore TARGET ID verso sinistra o verso destra. Utilizzate poi il pulsante ELIM per modificare il valore di discriminazione della scala inferiore.
2. Pulsante ELIM. Premere il pulsante ELIM (eliminare) per eliminare o attivare il cursore localizzato sullo schermo a cristalli liquidi, nella scala inferiore direttamente sotto al cursore TARGET ID.
La funzione ELIM può essere utilizzata per modificare i modelli di discriminazione di tutti i modi d’ uso. Per esempio, quando localizzate un oggetto non desiderato mentre scavate, premete il pulsante ELIM. Creerete un taglio in modo da eliminare quello specifico oggetto.
Tutte le modifiche fatte nel modo d’ uso CUSTOM, verranno mantenute anche dopo lo spegnimento del detector, mentre le modifiche su tutti gli altri modi d’ uso (ALL-METAL, JEWERLY, RELYCS e COINS) torneranno alle impostazioni iniziali, una volta spento il detector.
3. Pulsante PINPOINT. Premere e tenere premuto il pulsante PINPOINT per determinare con esattezza la posizione di un oggetto che e’ ancora nascosto nel terreno, nel muro o in altre strutture.
4. Opzioni dei modi d’ uso.
• Modo CUSTOM. Questo modo può essere programmato esclusivamente dall’ operatore. L’ impostazione iniziale del modo d’ uso CUSTOM è la stessa del modo COINS. Utilizzando i pulsanti DISCRIM ed ELIM l’ operatore può modificare il modello di discriminazione con le impostazioni che preferisce, che verranno mantenute anche quando il detector verrà spento.
Il modo d’ uso CUSTOM può essere utilizzato per cercare specifici oggetti di metallo. Per esempio, se avete perso un orecchino, potete scansionare l’ altro con l’ ACE 250 nel modo CUSTOM. Prendete nota della posizione, dove appare il cursore TARGET ID quando l’ orecchino viene scansionato. Utilizzate poi il pulsante DISCRIM per muovere il TARGET ID verso destra e verso sinistra. Premere il pulsante ELIM per cancellare il cursore dalla scala di discriminazione, lasciando attivo solo il cursore che si illumina quando l’ orecchino viene scansionato. L’ ACE 250 e’ stato cosi’ programmato per trovare esclusivamente l’ orecchino perso basandosi sulla conduttività del suo materiale.
Il pulsante ELIM puo’ essere utilizzato anche per modificare la scala di discriminazione, per rifiutare uno specifico tipo di oggetto spazzatura quando cercate altri tipi di metallo. Quando un metallo spazzatura viene rilevato, mentre scavate premete semplicemente il pulsante ELIM in modo da creare un taglio dove il cursore TARGET ID degnala la presenza della spazzatura. La prossima volta che l’ ACE 250 incontrera’ lo stesso oggetto, non produrra’ nessun segnale acustico.
• Modo RELICS. Modo progettato per eliminare oggetti spazzature normalmente associati alle ricerche di relitti, mentre rileverete comunque gli oggetti a bassa conduttività, come ottone e piombo.



Caratteristiche ACE 250
Il modello ACE 250 comprende le seguenti caratteristiche aggiuntive non presenti nell'ACE 150.
1. Pulsante POWER. Premere e rilasciare il pulsante per accendere l'unità e riprendere le ricerche con le stesse impostazioni e modifiche usate prima di spegnere il detector. Tenendo premuto il pulsante per 10 secondi l'ACE 250 tornerà alle impostazioni iniziali di tutti i modi d'uso programmate dalla fabbrica.
2. Legenda Target ID. La legenda Target IO mostra delle icone che rappresentano monete, metalli e oggetti spazzatura. Avrete così un rapido riferimento visivo mentre cercate.
3. Scala superiore. La scala superiore, dove appare il cursore Target ID quando cercate, ha dodici segmenti grafici per una maggiore precisione nell'identificazione dell'oggetto e nella sua eventuale discriminazione.
4. Profondità moneta. La profondità, riferita ad una moneta, è estesa a quattro diverse profondità di 2, 4, 6 e 8 pollici (5, 10, 15 o 20 cm.).
5. Sensibilità. L'ACE 250 ha otto livelli di sensibilità per una maggiore precisione della profondità e della rilevazione dell'obiettivo.
6. Indicatore delle condizioni delle batterie. Viene continuamente mostrato sullo schermo a cristalli liquidi per indicare il livello residuo delle batterie.


AVVERTENZE!
Ogni metal detector potrebbe scoprire linee dell'alta tensione, esplosivi o altri articoli che colpiti potrebbero causare ferite all'utente. Quando uscite in ricerca, osservate le seguenti precauzioni .
- Non scavare in aree in cui supponete siano seppellite superficialmente linee elettriche o tubature a poca profondità .
- Non scavare in zone militari dove potrebbero essere seppellite bombe o altri esplosivi.
- Evitare di toccare ogni linea che sospettate sia attraversata da elettricità
- Non toccate nessuna tubatura, soprattutto se potrebbe contenere GAS o liquidi infiammabili.
- Usare SEMPRE cautela quando scavate per recuperare gli oggetti, in particolare in quelle zone di cui non conoscete le condizioni del sottosuolo.

Read More...

Manuale ACE 150 - ITA



Controlli ACE 150

Escludiamo la parte dell’assemblaggio in quanto risulta molto facile montare lo strumento.
Non sono necessari attrezzi particolari per montare il metaldetector ACE.
Le quattro batterie di tipo AA sono incluse con lo strumento.
Prima di assemblare il vostro ACE assicuratevi di avere tutti i componenti necessari elencati.
- Asta a forma di barchetta della scatola di controllo.
- Asta superiore.
- Asta inferiore.
- Due manopole
- Due rondelle
- Un bullone passante
- Bobina di ricerca con cavo.



1. Pulsante POWER. Premete il pulsante POWER una volta, per accendere o spegnere il detector.
2. Pulsante SENSITIVITY (Sensibilità). Premere il pulsante SENSITIVITY per selezionare il livello di sensibilità desiderato tra i quattro impostati. Esso verrà continuamente visualizzato sullo schermo LCD.
Utilizzate il livello di sensibilità più alto quando cercate oggetti molto piccoli o molto profondi.
Utilizzate il livello di sensibilità più basso in località in cui il detector funziona in maniera irregolare a causa di interferenze dovute alla presenza di materiali metallici, suoli altamente mineralizzati, spiaggia con sabbia bagnata o per altri metal detector nelle vicinanze.
3. Pulsante MODE (Modo d'uso). Premere il pulsante MODE per selezionare uno dei 3 modi di rivelazione.
• Modo AII-Metal (tutti i metalli). Questo modo d'uso è progettato per rilevare ogni tipo di metallo e dovrebbe essere utilizzato quando volete trovare oggetti di qualsiasi materiale o non conoscete il materiale di cui è composto l'oggetto che cercate.
Selezionare il modo AII-Metal per favorire la localizzazione di un oggetto quando il segnale è discontinuo. Un segnale discontinuo potrebbe significare che l'oggetto desiderato è vicino ad un oggetto spazzatura.
• Modo Jewelry (gioielli). Questo modo d'uso è progettato per trovare gioielli come anelli, braccialetti, orologi e collane ignorando la maggior parte degli oggetti spazzatura come tappi di bottiglia e chiodi.
• Modo Coins (monete). Questo modo d'uso è progettato per trovare tutti i tipi di monete ed evitare oggetti spazzatura come ferro, tappi di bottiglia, strappi di lattine ed altri oggetti normalmente incontrati in questo modo di ricerca. Linguette piegate o pezzi di linguette potrebbero comunque non essere ignorate dal detector, qualche ritrovamento di oggetti spazzatura è da mettere in conto.
Caratteristiche ACE 150
Il metal detector ACE 150 è stato progettato con l'esclusiva tecnologia della Garrett dell'identificazione grafica dell'obiettivo. Essa indica il probabile materiale di cui è composto l'obiettivo rilevato lungo una scala orizzontale che legge da sinistra → metalli a bassa conduttività (ad esempio ferro) a destra → metalli ad alta conduttività (ad esempio monete americane).
1. Mode (modo d'uso). Indica il modo d'uso selezionato con l'illuminazione della parola corrispondente sullo schermo a cristalli liquidi.
2. Legenda del Target IO (identificazione dell'obiettivo). La legenda del Target IO è situata direttamente sopra lo schermo a cristalli liquidi e indica oggetti comunemente trovati e il tipo di metallo. Quando un obiettivo viene rilevato il cursore Target IO si illuminerà al di sotto della parola che meglio indica il tipo di oggetto trovato, basandosi sulla sua conduttività.
3. Scala superiore. La scala superiore è composta da cinque segmenti grafici ed è quella in cui il cursore Target IO si illumina quando un oggetto viene rilevato.

4. Cursore Target ID. Il cursore Target IO si illumina nella scala superiore e indica la probabile identità dell'oggetto rilevato.
5. Scala inferiore. La scala inferiore orizzontale, o scala del livello di discriminazione, indica il modello di discriminazione che l'ACE utilizza per produrre o meno il segnale acustico quando un obiettivo viene localizzato. Questa scala cambierà quando modificate il modo d'uso del detector.
Non verrà emesso nessun segnale acustico per gli oggetti che si trovano nelle zone relative ai tagli di discriminazione (queste zone sono quelle in cui non sono visibili i cursori nella scala inferiore).
6. Profondità moneta. La profondità di una moneta, o di oggetti di dimensioni simili, sono mostrati sullo schermo a cristalli liquidi. La profondità è indicata con la scala dello schermo a cristalli liquidi illuminata a 2, 4 o 6 pollici (5,10 o 15 cm.). Spazzolate sopra l'oggetto con la bobina di ricerca a 1 pollice (2,5 cm.) sopra al terreno per ottenere la lettura più accurata possibile.
7. Indicatore di basso livello residuo delle batterie. Quando l'intensità di carica delle batterie diventa debole, si accenderà l'indicatore di basso livello residuo delle batterie. Per avere le prestazioni migliori rimpiazzare le vecchie batterie con batterie alcaline di tipo AA di buona qualità. Possono essere utilizzate batterie ricaricabili NiMH, anche se avranno una vita più breve ad ogni ricarica. A seconda del tipo di batterie utilizzate potrete avere dalle 20 alle 40 ore di funzionamento
Per sostituire le batterie fare scivolare delicatamente il coperchio della scatola di controllo. Rimuovere le batterie dall'ACE quando lo depositate per più di 30 giorni.
8. Auricolari. Le cuffie dell'ACE hanno una spina da 1/4 di pollice che può essere inserita nel jack situato nella parte inferiore della scatola di controllo.
9. Tono ID. Il tono ID produce suoni diversi a seconda della conduttività dell'obiettivo.
• Oggetti ad alta conduttività (monete) producono un unico suono di campana.
• Oggetti a media conduttività (gioielli, nichelini o monete internazionali) producono un segnale acustico standard.
• Oggetti a bassa conduttività (ferro o chiodi) producono un segnale acustico basso.

Read More...

martedì 12 aprile 2011

Alcune tecniche di orientamento



Postiamo un bell'articolo che può essere utile ad imparare come comportarci durante le nostre uscite in posti dove non è facile orientarsi e che non conosciamo.
L'articolo è stato preso da TREKKING LIFE.
Spesso durante le nostre ricerche all'interno di boschi o in montagna è molto probabile, se non si conosce la zona e se si seguono vecchie traccie del passato come mulattiere o sentieri, provare una sensazione di smarrimento per aver perso l'orientamento, e' una sensazione che mette in difficolta' il tuo stato emotivo e puo' creare anche stati di panico, in quel caso bisogna fare appello a tutte le risorse personali e mentali per controllare gli stati d'animo, bisogna ricordare e tener ben presente che perdersi anche a poca distanza dal sentiero o dal punto di arrivo puo' mettere in serie difficolta' chiunque.

E' comunque vero che perdersi nelle nostre montagne e' molto difficile, ci si puo' perdere in boschi e radure oppure cosa molto pericolosa ci si puo' perdere nella nebbia creata dalle nubi basse in alta montagna, in quel caso bisogna fare estrema attenzione a dove ci si sta dirigendo.......
Normalmente si usano alcuni accorgimenti per effettuare un trekking in sicurezza.
Per prima cosa si studia a tavolino la carta topografica cercando di memorizzare mentalmente il percorso da effettuare e le sue eventuali varianti, nella carta poi sono indicate, se e' una carta ben realizzata, le curve di livello, le quote sul livello del mare, boschi, fiumi, costruzioni ecc. ecc.
In questo modo si puo' gia' avere ben chiara la conformazione del territorio e delle difficolta' che si possono incontrare.
Una volta che si e' gia' preparato a tavolino il percorso, e quando si e' gia' sul luogo dell'escursione e' importante tradurre gli elementi studiati a tavolino sul terreno, bisogna capire inoltre in che modo la montagna si sviluppa.
In poche parole bisogna capire la montagna ed il territorio come e' conformato, con gole, dislivelli, pendii, scarpate, selle, cime e cosi' via.
A mano a mano che si effettua il percorso di ricerca e' importante porre attenzione a questi aspetti di sviluppo morfologico del territorio, e ai rispettivi riferimenti di orientamento, ad esempio cime, selle, gole, torrenti e tutto quello che da' l'idea generale di come e' fatto il territorio o la montagna.
E' importante essere sempre concentrati sul percorso che si va a percorrere e si deve sempre memorizzarlo.
Poi una volta individuati questi "grandi riferimenti" si passa ai "piccoli riferimenti" che sono quegli elementi distintivi che si incontrano durante il percorso, e se non ci sono createli da voi!
I "piccoli riferimenti" possono essere sassi particolari, ometti di sassi, un bastone infisso nel terreno in un modo particolare, un nastro colorato, i segni che vengono dipinti dal CAI (rosso/bianco) sul sentiero, e quant'altro vi puo' suggerire la vostra fantasia, cosa molto importante devono essere ben visibili da vari punti del percorso, un consiglio non cercate di tenere come riferimento forme particolari di alberi nel bosco perche' quando poi li cercate per orientarvi vi sembrano tutti simili!
Solo se siete esperti botanici o boscaioli potete distinguere un albero da un altro!
Altro consiglio se perdete l'orientamento, fermatevi, evitate di vagare a caso alla ricerca di riferimenti perche' finireste per perdervi definitivamente, ritornate lentamente nei vostri passi, esaminate con attenzione i luoghi dove siete e i relativi punti di riferimento, usate carta topografica e bussola oppure il Gps.
Possono essere sistemi un po' empirici, ma finora mi hanno sempre aiutato a non perdere orientamento in modo da mettermi in serie difficolta'.

Read More...

Metal detector nella Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige


Il Metal detector è uno strumento per la rilevazione di oggetti in metallo presenti nel sottosuolo e offre importanti applicazioni in campo civile e industriale.
Esso viene utilizzato anche nella ricerca archeologica da campo, per la quale costituisce un importante ausilio.Tuttavia esso è frequentemente utilizzato anche da tombaroli per la loro attività illegale, praticata senza alcun accordo con gli uffici preposti alla tutela archeologica.
Il fenomeno ha assunto anche in Provincia di Bolzano dimensioni preoccupanti e per questo motivo è qui regolamentato da un dispositivo di legge che ha un preciso corrispettivo solamente nella Legislazione della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Su tutto il territorio provinciale è proibito l’utilizzo non autorizzato di metal detectors.

Chi ha intenzione di farne uso, deve inoltrare al direttore della ripartizione Beni culturali la richiesta di relativa autorizzazione, dove deve essere specificato lo scopo dell’utilizzo dello strumento.

Le persone autorizzate vengono in tal modo coinvolte in progetti di ricerca e di tutela condivisi. Periodicamente l’Ufficio Beni archeologici organizza corsi di formazione finalizzati a un uso corretto e consapevole dello strumento.

Richiesta per l'approvazione all'utilizzo del Metal detector

Read More...

Girando nella rete...




Girando nella rete ci siamo imbattuti in un sito di statistiche dove gli utenti possono esprimere pareri e opinioni su un prodotto, come al solito abbiamo provato a cercare alcune marche di metal detector e con nostra sorpresa abbiamo visto che ci sono statistiche disponibili per alcuni MD.
Come primo risultato abbiamo visto il Fisher Labs F2 e con nostra grande sorpresa il trend di valutazione dato dagli utenti è molto simile a quello che avremmo espresso noi, quindi diciamo che non sono sembrate le solite informazioni faziose espresse da venditori che mirano a screditare i marchi che gli fanno concorrenza.

Abbiamo iniziato a curiosare su altre marche di metal detector e ci siamo accorti che era possibile anche fare un confronto sulle statistiche.
L'ultima immagine è proprio il confronto tra i tre MD scritti in grassetto e sinceramente ci è sembrato abbastanza azzardato.
E' anche vero che la statistica si basa solo su 4 punti fissi, sia che si parli di un forno da cucina che di una macchina, e quindi non può essere estremamente affidabile ma il risultato finale ci ha lasciato un pò delusi.
Per correttezza abbiamo deciso di non pubblicare il link del sito

Read More...

giovedì 7 aprile 2011

Archeocondono



Postiamo un articolo preso dalla Repubblica dove si parla della possibilità di condonare beni archeologici, secondo molta gente una scelta giusta per arricchire le casse dello stato mentre secondo altri un vero e proprio stimolo al tombarolismo e agli scavi abusivi.

ROMA:
Più volte proposto, altrettante volte ricacciato indietro, subissato dalle proteste di tutte le associazioni che tutelano il patrimonio artistico, torna l'archeocondono, la norma che depenalizza il possesso illecito di un bene archeologico in cambio di una modesta multa.
Al momento circolano almeno due bozze di un articolo diviso in 11 commi intitolato
"Disposizioni in materia di emersione e catalogazione di beni archeologici, nonché
revisione delle sanzioni penali", entrambe maturate in ambienti parlamentari del Pdl.
Modifiche sono ancora possibili, ma un punto in comune le varie versioni dell'articolo ce l'hanno: finire dentro la manovra finanziaria (all'interno del maxi emendamento con le modifiche che il governo presenterà) e giungere in porto blindate e sicure.
In sostanza chiunque detenga un reperto mai denunciato, in Italia o all'estero, e dunque in violazione della legge, può ottenere dallo Stato una "concessione in deposito" della durata di trent'anni, rinnovabili, e può anche trasferirlo in eredità. Il tutto dichiarando il possesso e pagando una somma che si aggira intorno a un terzo del valore di quel bene.
Non è la prima volta, dunque, che si attenta a uno dei pilastri della tutela in Italia, introdotto dalla legge del 1909 e poi sempre confermato, quello per cui solo lo Stato può fare o autorizzare scavi e tutto ciò che viene rinvenuto è di sua proprietà.

Qualcosa di diverso c'è, però, fra queste proposte di sanatoria e le precedenti. In quelle era previsto che si diventasse proprietari del bene. Stavolta si parla di un deposito (anche se non viene esplicitamente vietata la vendita). E poi più alta è la multa: nel 2004 si tentò di far passare un emendamento alla Finanziaria, firmato da Gabriella Carlucci e da altri suoi colleghi, che fissava il pagamento al 5 per cento del valore. Adesso, inoltre, si aggiunge che la Soprintendenza può contestare la valutazione fatta e chiedere un'integrazione.
Ma la sostanza è chiara, stavolta come allora. Il fine, dichiarano i proponenti, è quello di far emergere un patrimonio sommerso e di consentirne la catalogazione. Eppure il punto cruciale è un altro: in cambio di pochi spiccioli, che poco ristoro potrebbero portare al bilancio dello Stato e persino alle esangui casse dei Beni culturali, tutti quelli che possedevano al 31 dicembre 2009 un bucchero etrusco o un'anfora greca, recuperati chissà come, non saranno più punibili.
Anche se hanno violato l'articolo 712 del codice penale, che persegue chi ha acquistato oggetti di dubbia provenienza. "Ottime notizie per tombaroli, depredatori e trafficanti di antichità, collezionisti finti e mercanti disonesti", scrisse su queste pagine Salvatore Settis quando venne presentato l'emendamento Carlucci. "Dopo aver mortificato il settore dei beni culturali in ogni modo e aver messo sul lastrico la cultura italiana, ora il ministro tenta di far cassa, letteralmente raschiando il barile", sostiene l'ex ministro Giovanna Melandri.
E conclude: "Come dice un vecchio proverbio: al peggio non c'è mai fine".

http://www.repubblica.it

Read More...

Febbre dell' oro al Circeo arrivano i cercatori del nuovo millennio


Dato che siamo ormai all'inizio della stagione cogliamo l'occasione di postare questo simpatico articolo scritto sul "la Repubblica" da Lisa Biondi.
IL Circeo come il Klondike di Paperon de Paperoni. Sulle spiagge del promontorio, su quelle di Sabaudia e dintorni sale la febbre dell' oro: tutti alla ricerca dei tesori nascosti sotto la sabbia. Catenine, orologi, fedi, anelli, orecchini, monete, tutto quanto fa bagnante distratto o, meglio, sfortunato. Così, quando l' ultimo ombrellone si chiude, dalle dune del litorale sbucano i cacciatori d' oro armati di metal-detector alla ricerca del bottino, non importa se piccolo. Basta trovare qualcosa. Eppure gli appassionati del genere sanno ormai che battendo a tappeto spiagge ben frequentate, come per esempio quelle delle riviera romagnola, in una stagione si può fare anche un chilo e mezzo d' oro. In Italia sono migliaia i metal- detector in azione e la passione per il "treasure-hunting" (la caccia al tesoro) sta crescendo. Basti pensare che i cacciatori d' oro del Duemila hanno una loro rivista e specifiche associazioni. Poi ci sono i battitori liberi. I primi anche nel Lazio. D' estate l' operazione spiaggia inizia di notte, lontano da occhi indiscreti.

Dopo una giornata trascorsa a crogiolarsi al sole, magari studiando le "vene" più aurifere, i cacciatori d' oro del Litorale entrano in azione. La moda esplosa tra Sabaudia e il Circeo dilaga anche a Fregene e Ladispoli con prevedibili effetti richiamo. è sempre l' America (Miami in prima linea) a segnare il passo di questa nuova moda, mentre è in Francia che i primi cercatori d' oro europei hanno fatto la loro apparizione. In Italia, poi, viene considera intensa l' attività tra Rimini, Riccione, Cervia e Milano Marittima anche se, assicurano i cacciatori d' oro, i metal-detector cominciano a mettere il naso un po' in tutte le spiagge della penisola. Sono diversi i tipi di apparecchi in commercio e vanno da un minimo di 200 mila lire a un massimo di 7 milioni. Gli strumenti sono formati da un bastone dotato di una consolle e collegato a un piatto, quello che sfiora la superficie, di diverse dimensioni. Per la spiaggia i più indicati sono quelli a induzione di impulsi; impulsi vengono trasmessi dalla "testa", ricevuti ed elaborati, quasi come dei radar. Il ritrovamento viene segnalato da suoni che diventano acuti in caso di metalli nobili. Comprare un metal-detector è legale, come lecito è il commercio. In caso si venga assaliti dalla febbre dell' oro, nessuna paura, quindi, di diventare un fuorilegge. A patto che il materiale ritrovato venga portato all' ufficio oggetti smarriti o ai vigili urbani. Trascorso un anno senza che nessuno ne abbia reclamato la proprietà, il bottino diventa ufficialmente di chi lo ha trovato. Insomma, se la dea bendata ancora non ha voluto saperne di concedere del fatidico bacio, ci si può consolare scavando. Nella sabbia.

Read More...

mercoledì 6 aprile 2011

Minelab Excalibur II


L’ultima novità, nel mercato dei metaldetector subacquei, il nuovissimo Excalibur II Minelab.
Il mitico Excalibur viene quindi riproposto dalla Minelab con un nuovo design e alcuni miglioramenti.
ITys si presenta con un design innovativo e con prestazioni superiori alla versione precedente.
ITys ha sicuramente una maggiore profondità di ricerca, una migliore sensibilità,
stabilità e discriminazione. La piastra è più leggera ed il copripiastra è fluorescente,
caratteristiche che rendono ITys particolarmente innovativo e adatto a ricerche
in condizioni di scarsa visibilità....

La "Rejecting Technology" e la "BBS 17 Frequency "and Ground Rejecting perfezionate dalla Minelab, fanno dell' Excalibur II la macchina ideale. Questo ambizioso detector può muoversi su terra, sabbia, sabbia bagnata, sottacqua fino a 200 piedi (66m) senza problemi e senza falsi segnali.

Caratteristiche del nuovo Excalibur II - ITys
Alta visibilità (Hi-Vis) col fluorescente struttura della macchina
Piastra Slimline più leggera e per un migliore bilanciamento (8" or 10" opzionale)
Nuovo pacco batterie ricaricabili
Nuovo Hi-Vis copripiatto fluorescente
Nuova asta per immersione in acqua (opzionale)
Maggiore profondità di ricerca
Migliore sensibilità, stabilità e discriminazione.

SCARICA IL MANUALE IN PDF

Read More...

martedì 5 aprile 2011

Leggi e norme sulla ricerca dell'oro in Italia


La legge che in Italia regolamenta sostanzialmente tutte le attività estrattive risale a quando c'era ancora il Re, perché risale al 1927 ed è tuttora in vigore con aggiornamenti apportategli nel 1999. Si tratta della legge "29 Luglio 1927 n°1443" e leggendola se ne ricavano un paio di cose fondamentali, quale ad esempio il fatto che essendo tutti i beni del sottosuolo di proprietà governativa, a ben vedere non potremmo quindi estrarre minerali neanche da miniere preesistenti. Per contro, per nostra fortuna in detta legge non sono invece contemplate le sabbie aurifere e relativa pesca dell'oro, da cui ne deriva che sui fiumi si può andare tranquillamente a cercare oro; questo naturalmente se compatibile con le eventuali regolamentazioni particolari che possono avere le regioni o i parchi interessati.

1729, 11 Luglio. Disposizioni delle Regie Costituzioni, Lib. VI, tit. VI delle miniere. 1) Tutti possono andare in cerca di miniere. 2) I feudatari investiti e i possessori dei fondi hanno il diritto di prelazione se i lavori non sono cominciati. 3) Nessuno può impedire lo scavo di miniere, e queste possono essere scavate anche in fondi altrui, mediante il risarcimento del danno. 4) La sospensione dei lavori per un anno comporta lo stato d’abbandono. 5) Le miniere non possono essere iniziate prima di aver consegnato i campioni alla Camera dei Conti e averne ricevuto licenza. 6) Il diritto di signoraggio, dovuto al re o al feudatario investito delle miniere, é la decima dell’oro e dell’argento, la quindicesima del rame e stagno, la vigesima del piombo e ogni altro metallo prodotto, senza aggravio di spese. 7) I minerali estratti non possono essere esportati prima di essere ridotti in metallo, l’oro e l’argento non possono mai essere esportati, il rame non può essere esport. senza il parere del consiglio d’artiglieria. (cfr. modifiche e aggiunte apportate con il manif. del 1738 e con le Costituz. del 1770).

Articolo preso da
www.minieredoro.it

Read More...

Cercatori d'oro




La caccia ai tesori nascosti sta diventando molto popolare in Macedonia. Spinti dalla scarse prospettive economiche e da spirito d'avventura sono in molti a setacciare in lungo e in largo il paese. Ispirati da antiche leggende e polverose mappe acquistate ad Istanbul

Tutti ritengono esista un prezioso tesoro nascosto da qualche parte in Macedonia. Nessuno l'ha ancora trovato, o se qualcuno l'ha fatto, non ha condiviso la scoperta con altri. Talvolta può essere però un problema decidere quale tra le numerosissime leggende sul tesoro nascosto sia quella giusta da seguire.

Una di queste, ad esempio, narra che il nonno di Malina Nikolova, cittadina di Vales, Macedonia centrale, era in epoca ottomana capo di un villaggio chiamato Stari Grad (Città Vecchia). Quando gli Ottomani lasciarono i Balcani, gli affidarono dodici vasi pieni d'oro da custodire fino al loro ritorno. Naturalmente essi non tornarono più. L'oro rimase nascosto probabilmente nella casa ormai abbandonata o da qualche parte nei paraggi. Sono stati in molti a scavare in quell'area negli ultimi anni ma, ad oggi, nessuno sembra ancora aver trovato qualche cosa.

L'anno scorso la polizia arrestò cinque uomini mentre scavavano nel cortile di un antico monastero del XIII secolo, S.Anastasio, nei pressi del villaggio di Lesok, nella regione di Tetovo. Al momento dell'arresto erano riusciti a dissotterrare un teschio umano ed alcune ossa. L'esistenza del monastero era rimasta celata per secoli, fu scoperto solamente nel 1927 da un monaco russo di nome Teodorit. Alcuni esperti sostengono che i cacciatori di tesori stavano probabilmente cercando la tomba di Teodorit, sperando potesse contenere oggetti di valore.

I cacciatori di questo tipo di tesori si basano sull'ipotesi che il famigerato tesoro possa essere nascosto vicino ad antichi monasteri o chiese. Sperano che, nonostante i monaci ripudiassero le ricchezze terrene e fossero tenuti a vivere in povertà, alcuni di essi abbiano ammassato e sotterrato dell'oro in vista di tempi duri. Perciò svolgono le loro ricerche attorno a località che debbono il proprio nome ad una chiesa o ad un monastero, come Krstovi (Croci), Crkvishte (Città della chiesa), Kalugjerishte (Città del Monaco) o Manastirec (Città del Monastero).

Le leggende mettono in guardia anche su diversi pericoli. L'oro turco è considerato maledetto. Nascondendolo prima di partire, i turchi lo protessero con una maledizione che si sarebbe dovuta abbattere su chiunque se ne sarebbe impadronito. I romani a loro volta proteggevano i tesori che si lasciavano alle spalle installando diverse trappole o difendendoli con veleni.

Attrezzati con vecchie mappe misteriose, e spesso con un equipaggiamento all'avanguardia, i cacciatori di tesori si stanno riversando nel paese in cerca di ciò di cui sono fatti i sogni. Essi scavano, perlustrano le montagne, si immergono nei laghi, attraversano caverne e arrampicano pareti. Per alcuni può trattarsi di divertimento e avventura, ma altri vengono consumati dalla passione o perfino ossessionati. Alcuni anni fa un omicidio venne causato da una mappa del tesoro, vittima e assassino erano amici e compagni d'avventura.

Non tutti però sono in cerca di tesori nascosti. La scorsa estate è stata la febbre dell'oro a infiammare il sud del paese, nei pressi della montagna di Kozuv. I cercatori d'oro hanno invaso i fiumi Doshnica e Boshavica e passato l'estate setacciandoli. Gli archeologi concordano sul fatto che questi fiumi, e molti altri sul Kozuf, siano stati auriferi nell'antichità. Lungo le correnti dei fiumi si trovano resti di ciò che gli archeologi dicono essere stati ricchi giacimenti nel primo periodo dell'Impero Romano. "Non c'è da stupirsi che i cercatori d'oro siano interessati a questa parte del paese", spiega il professore di archeologia Viktor Lilic. Egli sostiene che il Kozuv sia sempre stato ricco d'oro e che costituisse una calamita per i cercatori d'oro anche in epoca romana.

Anche i geologi confermano che alcuni fiumi sul Kozuv scorrono attraverso aree che sono considerate aurifere. Essi indicano il fiume Mircevica come possibile aurifero, ma soprattutto il fiume Konjska che, sulla base di seri indizi, potrebbe celare ricchi depositi d'oro.

I sociologi concordano che le romantiche ricerche di tesori nascosti costituiscono il riflesso della profonda crisi economica e della diffusa povertà nel paese. La gente desidera fortemente una via d'uscita dalla terribile situazione economica, In assenza di altre tangibili alternative, qualche antico gioiello turco o romano potrebbe far sparire tutti i problemi.

Eppure, a volte non si tratta solamente di inseguire qualche sogno romantico. Un altro tipi di caccia al tesoro, meno stivensoniana ma certamente più lucrativa, è stata portata avanti in Macedonia per anni. E' chiamata "scavo selvaggio", espressione utilizzata per descrivere scavi illegali nei siti archeologici.

Si tratta di una pratica illegale e nel tentativo di combattere il fenomeno il governo negli ultimi anni ha rafforzato le sanzioni e risalgono solo all'anno scorso i primi processi. In un caso alcune scatole di reperti antichi furono trovate dalla polizia slovena su un autobus di linea in viaggio da Skopje alla Germania. Chi aveva spedito il carico aveva semplicemente detto all'autista che stava mandando barattoli di Ajvar ( popolare salsa piccante) al cugino. Gli oggetti furono scoperti solamente dopo che già avevano agevolmente attraversato più confini, e comunque grazie al caso.

I bracconieri di siti archeologici sono ben equipaggiati e organizzati e si appoggiano ad un solido mercato internazionale per la vendita dei loro beni. Sono inoltre incentivati dalle povere ricompense che il governo offre per i reperti archeologici che, una volta trovati, andrebbero consegnati alle istituzioni culturali preposte.

Il business dello "scavo selvaggio" è letteralmente esploso di recente. Alcuni reperti contrabbandati finiscono in Grecia, ma la maggior parte prende la via dell'Europa Occidentale. Si va da manufatti di poco valore a pezzi sostanzialmente senza prezzo. Ma perché non venderli anche solo per poche centinaia di euro quando il governo sicuramente non corrisponderebbe la stessa cifra? Gli esperti sostengono che gradualmente ma inesorabilmente si stia impoverendo il patrimonio culturale del paese.

E' chiaro che non si tratta di azioni che avvengono alla luce del sole, di fatto la maggior parte degli scavi, perlomeno quelli illegali, vengono effettuati di notte. Ma qualcuno deve pur farlo. Il tesoro è sempre a portata di mano.

Articolo preso da
www.minieredoro.it

Read More...

venerdì 1 aprile 2011

Test profondità ACE 250, sfatare un vecchio mito?


Il test che abbiamo effettuato con il nostro Garrettino ACE 250 ci è servito per sfatare uno dei due vecchi miti che vengono tramandati tra detectoristi.
Abbiamo voluto testare se è vero che discriminazione e profondità sono inversamente proporzionali, quindi un aumento di discriminazione comporta una diminuzione della profondità di rilevazione.
Abbiamo usato i classici conii moderni quindi monete da 1,2,50 cc,20 cc, 10 cc e 5 cc di euro.
I test fatti sono stati 3, il primo in aria, il secondo in aria con spessore di materiali ed il terzo in aria con spessore e modalità di discriminazione custom.

TEST 1:

ACE 250 posizionato su un supporto staccato, in modo da poter visuallizzare il display in modo comodo e poter impostare la discriminazione a "run time".
PREMESSA: Nei test in aria non abbiamo agito sulla sensibilità, dato che è impossibile generare falsi segnali in quanto sono esclusi urti della piastra o movimenti bruschi.

a) All metal - sensibilità al massimo - tutte le monete vengono rilevate con precisione alla stessa distanza.

b) coins - sensibilità al massimo - tutte le monete vengono rilevate con precisione e senza perdite di profondità rispetto alla modalità di ricerca All Metal.

TEST 2:

ACE 250 posizionato su un supporto staccato come il primo test.
Parallelamente alla piastra sono stati posizionati rispettivamente una tavoletta di legno spessa 2 centimetri (molto più larga della piastra) ed una scatola di scarpe alta 18 cm, per un totale di 20 cm.
Anche in questo test la sensibilità l'abbiamo lasciata al massimo.

a) All metal - sensibilità al massimo - le monete da uno e due euro vengono rilevate con poca precisione oscillando tra le tacche 4,7 e 8 mentre le altre emettono il classico scampanellio che indica target buoni.
La profondità di rilevazione sembra essere la stessa che ottenevamo con i test puri fatti in aria.

b) coins - sensibilità al massimo - le monete da uno e due euro vengono rilevate a tratti con suoni alternati e poco chiari mentre le altre vengono rilevate bene e alla stessa profondità dell'all metal.
Quindi anche in questo caso la profondità di rilevazione sembra essere la stessa rispetto ad All Metal, se si fosse optato per non scavare i segnali incerti avremo perso gli euri ma non per scarsa profondità di rilevazione ma per eccesso di discriminazione.

TEST 3:

A questo punto abbiamo messo la modalità custom escludendo le tacche ferro, stagnole e tappi, lasciando quindi solo i metalli nobili.
Sicuramente è aumentata l'incertezza per tutti i tipi di monete ma le tacche erano presenti, chiaramente i suoni sono stati a singhiozzo molto più del caso precedente.
Abbiamo però notato che la profondità aumenta in modo proporzionale alla velocità di spazzolata, quindi più veloce veniva mosso l'oggetto e maggiore era la profondità di rilevazione del target, aumentando però ancora di più l'incertezza del segnale.

Quindi in conclusione dai nostri test abbiamo verificato che sul garrett 250 la profondità non varia in base alla discriminazione

Read More...