martedì 24 maggio 2011

Monete d’argento e statuette di giada del 1500 scoperti al largo della Repubblica Dominicana


Un incontro casuale con un pescatore ha portato una squadra di cacciatori di tesori a scoprire quello che credono sia il più antico relitto nei Caraibi.
E dopo solo un immersione nel sito che si trova al largo della Repubblica Dominicana il team di Deep Blue Marine ha portato alla luce un grandissimo tesoro .
All’ultimo conteggio capitano Billy Rawson e il suo equipaggio avevano scoperto 700 monete d’argento che poteva valere milioni, statuine di giada e anche uno specchio di pietra che è stato probabilmente utilizzato nei rituali sciamanici.
Il tutto e in condizioni piuttosto buone, nonostante che risale al 1500.
Abbiamo solo iniziato le immersioni lo scorso autunno ha detto Randy Champion, vice presidente della società di Utah-based.
Il team di Blue Water Marine crede che questa nave stava tornando in Spagna con un bottino di monete di nuovo conio.
Questa nave era piuttosto piccola, da 50 a 60 piedi, cohttp://www.blogger.com/img/blank.gifn 25 a 45 persone a bordo, ha detto il signor Champion.
La maggior parte delle monete non hanno date, così il team è impegnato a pulirli e a classificarli attraverso i libri di riferimento.
Le statuette precolombiane di giada scolpita, tutto a circa 2 pollici a 3in alta, potrebbero essere 500 anni più vecchio del relitto stesso.
Il relitto è stato trovato dopo un fortunato incontro con un pescatore locale che le ha vendute una vecchia moneta che aveva trovato durante l’immersione.
‘Abbiamo detto a questo ragazzo: “Se ci mostrano dove si trova la moneta si può venire a lavorare per noi”‘, ha detto Champion.

FONTE E FOTO: http://tesorisommersi.blogspot.com

Read More...

mercoledì 18 maggio 2011

PDF scaricicabili con cataloghi di monete


In questo post proponiamo alcuni PDF consultabili e scaricabili presi dal sito WWW.XPDEUS.IT che riportano immagini e descrizioni di monete pubblicati da case di aste.
Le nitide immaggini potranno essere utili ad imparare a distinguere le http://www.blogger.com/img/blank.gifvhttp://www.blogger.com/img/blank.gifarie monete e l’epoca di apparteneza.http://www.blogger.com/img/blank.gif
Ringraziamo nuovamente gli amici di XPDEUS.IT che ci consentono di pubblicare i loro contenuti.

- Dai Savoia alla Rep. Italiana
- Zecche Italiane parte 1
- Zecche Italiane parte 2
- Zecche lombarde

Read More...

lunedì 16 maggio 2011

Trovato un grosso tesoro in austria


Un uomo austriaco mentre scavava nel suo giardino per realizzare uno stagno, ha trovato un tesoro composto da oltre 200 reperti medievali risalenti ameno a 650 anni fa. La scoperta è stata definita come “il tesoro medievale più importante ritrovato sinora in Austria”.
La località del rinvenimento è vicino a Wiener Neustady.
Il tesoro è costituito da oltre 200 tra anelli, fibbie per cinture ornate, piatti in argento placcati in oro ed altri pezzi molti tempestati di perle, corallo fossile, ecc.
Gli oggetti sono in corso di valutazione sia per la loro provenienza sia per il loro valore.
La storia del rinvenimento però ha dell’incredibile.
Nel lontano 2007 lo scopritore stava scavando nel suo giardino per realizzare un piccolo stagno, quando ha rinvenuto un tesoro composto da 153 pezzi di gioielleria e 75 di altri oggetti preziosi e frammenti di questi.
Però al momento non fece nulla…ma si limitò a metterli in CANTINA!
Nel 2010, però l’uomo decise di cambiare casa, e nel trasloco si imbattè in questi sacchetti in cui aveva riposto questi “oggetti”.
Poichè li aveva conservati senza neanche levargli la terra che i gioielli avevano addosso…una volta finito il trasloco nella nuova casa ne ha preso qualcuno ed ha cominciato a pulirli.

Una volta ripuliti li ha fotografati ed inserito in internet le foto ihttp://www.blogger.com/img/blank.gifn alcuni forum chiedendo un parere sulla loro datazione.
In un forum ha trovato un archeologo dilettante che lo ha esortato a rivolgersi alle autorità competenti che in Austria è la BDA.
Questa collezione verrà messa a disposizione di un museo che li esporrà il 2 maggio a Vienna nel complesso del palazzo di Hofburg.
Non si sa però se dopo questa esposizione pubblica il tesoro sarà venduto a qualche collezionista privato o verrà acquistato dal governo austriaco.
- Questo perchè in europa vige la norma che il proprietario di un tesoro è chi lo ha trovato e allo stato spetta la prelazione di un anno per poterlo acquistare. Passato questo intervallo di tempo lo scopritore può venderlo al migliore offerente. ( NdR )

FONTE E FOTO: http://tesorisommersi.blogspot.com

Read More...

giovedì 5 maggio 2011

Modifica GARRETT ACE 250





In questo post vogliamo illustrarvi la bellissima modifica fatta da Corrado Gabrielli su un GARRETT ACE 250.
La modifica consiste nello spostamento dello spinotto Jack dalla classica posizione sotto al box a sopra al bracciolo, in modo da limitare l’ingombro sia in fase di ricerca che in fase di scavo, così da evitare di tranciare o rovinare il cavo.Vediamo nel dettaglio come effettuare questa utilissima modifica:
Si effettua un foro nell’asta superiore del garrett e si inserisce il cavetto con la spina maschio nel tubo.
Il secondo passaggio è quello di togliere il tappo in plastica posizionato sopra all’asta dell’impugnatura e forarlo in modo da poter inserire il jack femmina.

Il terso passaggio consiste nel saldare correttamente i fili e fissare lo spinotto femmina sopra al tappo.
In fine non resta che reinserire il tappo e la modifica è fatta.
Il cavetto e le spine sono del tipo stereo e possono essere acquistate presso tutti i inegozi che vendono materiale elettronico.
Cogliamo l’occasione per ringraziare nuovamente Corrado Gabrielli che ci ha dato la possibilità di scrivere l’articolo e postare le foto.

Read More...

lunedì 2 maggio 2011

Trovate 635 monete antiche


Milano, 8 aprile 2011 - Blitz della Guardia di Finanza del Nucleo di polizia tributaria di Milano in tema di ritrovamenti archeologici: sono state sequestrate 635 monete antiche risalenti fino all’epoca medievale, pronte ad essere vendute ad ‘esperti’ per un importo di circa un milione di euro.

Le monete, tra cui serie di denari in argento di età medievale della zecca dei Visconti di Milano, conio della Repubblica Marinara di Pisa e altri soldi medievali di città italiane dal XII al XV secolo, erano state trovate, per caso, da due carpentieri nel corso di lavori edili in un cantiere alla periferia di Piacenza: fiutato l’affare, dopo aver eseguito appositi trattamenti tecnici per esaltarne la buona qualità e l’ottimo stato di conservazione, avevano provato a ‘’piazzare’’ quanto rinvenuto a collezionisti e mercanti nazionali ed esteri attraverso siti specializzati, chiedendo pareri, offrendo commenti e facendosi pubblicità.
Ma grazie all'attento monitoraggio della rete internet, alcuni ‘’post’’ sono stati intercettati dalle Fiamme Gialle, che, avuta notizia del ritrovamento, hanno proceduto a sequestrare le monete che non erano state denunciate alle competenti autorità, nello specifico la Soprintendenza dei Beni culturali.



La norma sui beni archeologici prevede la concessione di un premio a favore di chi, avendo scoperto gli oggetti antichi, la comunichi tempestivamente alle Autorità competenti. I due soggetti, quindi, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di impossessamento illecito di beni archeologici dello Stato. Inoltre, sono
stati inoltre assunti gli opportuni contatti con la competente Soprintendenza, in modo da consentirne l’esposizione nei musei a tema, a beneficio di tutti.

FONTE E FOTO: http://www.ilgiorno.it

Read More...