venerdì 9 maggio 2014

Le vecchie lire che valgono un piccolo tesoro

La 10 lire del 1947 è considerata il santo Graal delle vecchie lire italiane, il suo valore può arrivare fino a 4000, 5000 euro.



Tutte le monete emesse tra il 1946 e il 1947 Sono state le prime della Repubblica, sono piuttosto rare. Se le trovate, possono andare da un minimo di 80 euro al massimo rappresentato proprio dalla 10 lire del 1947.



La 5 lire del 1956 Ha sul mercato un valore che può andare dai 50/60 euro fino a 2000 euro, a seconda dello stato di conservazione.



La 2 lire del 1958 Può andare da un minimo di 80/100 euro a un massimo di 500 euro



La 50 lire del 1958 Può essere valutata da 20 fino a un massimo di 2000 euro: dipende sempre da quanto è graffiata e logorata.



Per tutte le altre monete della vecchia lira vale il discorso del fior di conio. Quindi possono avere valore soltanto se sono state conservate con tecniche numismatiche e non sono mai state usate. L'utilizzo non può che averle deteriorate irrimediabilmente. Quindi qualunque altra moneta che non sia tra quelle precedenti e che ritroviate sul fondo del cassetto può avere valore soltanto affettivo.

Nessun commento:

Posta un commento