martedì 15 febbraio 2011

L'oro perduto della confederazione


Molti stati americani e regioni del Canada hanno i propri aneddoti sull'oro perduto della Confederazione.
Secondo Warren Getler e BobBrewer, gli autori di Rebel Gold, negli anni sessanta del 1800 alcune spie del sud provenienti da ogni parte della confederazione seppellirono milioni di dollari in oro da una parte all'altra del Canada, con la speranza di finaziare in futuro una seconda guerra. Alcuni credono che gran parte di quest'oro sia stata trasferita negli stati del sud. Le storie sull'oro confederato abbondano, ma una di esse spicca sulle altre ed è uno dei misteri piu'duraturi della Georgia.Quando le monete d'oro e i lingotti scomparivano nel l865 valevano circa 100.000 dollari. Oggi, questo tesoro varrebbe oltre un milione di dollari.
Il 24 maggio 1865, due carovane furono caricate con una piccola fortuna in oro. Una carovana conteneva ciò che restava del tesoro della confèderazione, l'altra era piena di denaro proveniente dalle banche della Virginia. Esistono varie versioni su quanti fossero i carri, su quanto contenessero e su dove fossero diretti. Lufficio del turismo di Lincoln Country' afferma: sette carri carichi d'oro partirono da'Washington [in Georgia] diretti a Abbeville, nella calorina del sud, dove l'oro doveva essere inviato tramite la ferrovia verso la capitale della confederazione,Riclimond, in virginia.

Altri racconti narrano che l'oro fu portato via dalla virginia in tutta fretta quando Jefferson Davis si diede alla fuga.Un'altra versione ancora racconta che il denaro fu portato dal capitano di marina'William H. Parker e dai suoi uomini ad Anderson, nella carolina del sud, e poi a Savannah, dove sarebbe stato caricato su una nave diretta in Francia. I francesi avevano fornito ingenti somme per finanziare la causa della confederazione e Jefferson Davis giuro che avrebbe restituito il prestito.
Pare che Parker si accampò nella piantagione dei Chennault, fuori washington, in Georgia, dove si incontro con Jefferson Davis. Gli fudetto di procedere verso Augusta e Savannah e di tenersi alla larga dalle truppe dell'Unione dislocate in forza in tutta la Georgia.Si mise in viaggio e, dopo essersi imbattuto nelle forze dell'Unìone,dovette quasi immediatamente tornare indietro alla piantagione dei Chennault.
Parker non poté chiedere nuove istruzioni, perche Jefferson Davis era già partito. Quindi il suo reparto fu assalito dai guerriglieri a pochi metri dalla casa. Parker e i suoi fuggirono con il bottino, ma molticredono che, non potendo portarlo via tutto, lo abbiano seppellito nella piantagione e nei suoi dintorni. Altri sostengono che l'oro fu distribuito ma gli abitanti del luogo e alcune voci affermano che una grossa parte sia stara seppellita dove si incontrano i fiumi Apalachee e Oconee. Ma sopravvive la leggenda secondo cui gran parte dell'oro fu sepolta da qualche parte nella piantagione.Le truppe dell'Unione occuparono subito la piantagione per cercare l'oro e torturarono brutalmente la famiglia Chennault e altri membri della tenuta per far confessare loro il luogo dove scavare. Furono anche portati a Washington per essere nuovamente interrogati, ma nessuno di loro sapeva o nessuno di loro rivelò il luogo in cui si trovava il tesoro perduto.La piantagione dei chennault, dopo questi fatti, fu soprannominata la fattoria dorata". Numerosi cacciatori di tesori sconfinarono nella proprietà in cerca dell'oro. Molte monete d'oro sono state trascinate dalle violente piogge lungo sentieri fangosi vicino alla piantagione, ma la parte piu consistente rimane ancora nascosta.

Fonte: tesorisommersi.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento