lunedì 6 ottobre 2014

Metal detector e speranza: al via la ricerca dei preziosi perduti sulle spiagge termolesi



TERMOLI. Finita la stagione dei bagni inizia quella dei cercatori d’oro. Spieghiamoci meglio, non parliamo di quelli classici come ci fanno vedere i vecchi film western con uomini armati di setaccio in riva ai fiumi a controllare i bassifondi del greto dei fiumi a caccia di pepite del prezioso metallo giallo; no, qui da noi sono persone normali che tentano di sbarcare il lunario attrezzandosi di tutto punto con tanto di metal detector e vanno a sondare l’arenile palmo a palmo in cerca di qualsiasi oggetto dalla parvenza preziosa che le migliaia e migliaia di bagnanti possono aver smarrito durante le giornate passate a prendere la tintarella.
Un passatempo che può risultare redditizio perché, tra soldi e oggetti preziosi, durante il periodo estivo le persone distratte ne perdono a iosa; ecco perché sono aumentate le persone che si sono inventate questa nuova attività. Del resto i nostri vecchi, in tempi duri di carestia o di guerra, dicevano: “Francia o Spagna basta che se magna”.
FONTE E FOTO: http://www.termolionline.it

Nessun commento:

Posta un commento