martedì 15 febbraio 2011

Trovati tesori in un fiume cinese


In un fiume di una borgata di Pengshan, nella provincia del Sichuan è stata battuto da cacciatori di tesori da quando una lastra di bronzo è stata scoperta. Funzionari del governo locale ha detto che la corsa all'oro è motivo di preoccupazione.
La gente cerca presso il fiume fino Minjiang in borgata Jiangkou, Pengshan, dove Zhang Xianzhong (1606-1647), il leader di una rivolta contadina durante la fine della dinastia Ming (1368-1644), affondò numerose barche piena di gioielli.
Una voce che un piatto d'oro è stato trovato nel letto del fiume ha sollevato interesse tra i residenti locali. Il locale ufficio culturale ha dichirato che era solo una targa di bronzo non oro, ma nonostante tutto non si è riuscito a fermare la corsa all'oro.

Liao Mingfang, segretario del Partito del villaggio Shuangjiang in Jiangkou, ha detto al Global Times che circa 300 cacciatori di tesori hanno visitato la riva del fiume Minjiang ogni giorno.
Liao ha detto che alcuni di loro hanno trovato gioielli in oro o argento e li hanno venduti o conservati. "Alcuni abitanti del villaggio hanno venduto un anello o una collana per 50.000 yuan (7.500 dollari)," ha detto Liao.
"Solo tre funzionari del Cultural Pengshan Relic Bureau sono arrivati sulla riva del fiume per fermare i cercatori d'oro, ma nessuno dei cercatori ha rispettato i loro ordini", ha detto Liao.
Secondo la legge sulla protezione dei beni culturali Reliquie, chi si rifiuta di consegnare le reliquie culturali potrebbero essere multati fino a 50.000 yuan (7.499 dollari) e gli oggetti saranno sequestrati.

Fonte: tesorisommersi.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento