giovedì 10 febbraio 2011

Suoni del Tejon e TIPS (by Linux Ubuntu)


Interpretazione del mono tono del tejon...

Ringraziamo il sig. Gianni Giusti (noto estimatore ed esperto del Tejon) per la perfetta spiegazione delle funzionalità di questo strumento.

Il tejon è semplice da usare ma necessita di un po’ di tempo per capire a fondo i segnali.
I miei terreni non hanno una bassa mineralizzazione e mi accorgo che il bilanciamento varia di poco (l'impostazione del ground non varia mai di molto rispetto al luogo).
Il bilanciamento credo che tu abbia capito come farlo… comunque io lo faccio con sensibilità tra 4 e 6 invece di 9 o 10 come da manuale.

La sensibilità la imposto a manetta fin quando, muovendo la piastra, non sento alcun disturbo (dalle mie parti 9 a volte 10).

Qualcuno invece la mette in modo che il tejon chiacchieri un pochino, ma a me piace silenzioso per poi percepire bene i suoni più flebili.
Il tono lo imposto a ore 1, ma a volte anche vicino a ore 3... qui dipende tutto da come senti meglio il ferro. Per me, a ore 1 riesco a distinguere meglio il ferro e comunque, quanto più acuto è il suono e tanto meglio individuo i suoni profondi... quindi mai meno di ore 1.

Disc 1: ho iniziato con il tenerla leggermente sopra foil... ma ormai è da un pezzo che la uso appena sopra iron o sulla tacca iron. Scavo più ferro ma guadagno qualcosina sul piccolo.
Disc 2: poco sopra foil (per discriminare piccoli pezzi di stagnola).

La ricerca la faccio in questo modo:

spazzolata veloce e ampia il più possibile vicino a terra, non aver paura dell'erba Mi fermo e ricontrollo al minimo bip. Se usi le cuffie è meglio.
Se il suono è gracchiante è chiaramente ferro.

Se il suono è spezzato (suono non suono) ma non gracchiante e debole, cambia angolatura, se permane scava (nota che non passo su disc 2 per beccare le monetine al limite)...le sorprese su questi segnali non mancano,
solitamente sono i target che ti danno più sorprese in posti passati e ripassati da altri metal....oppure sono quelli che ti danno le delusioni più grandi: ferraccio.
Se il suono è secco e deciso e in cuffia lo senti
fortissimo, quasi fastidioso...vai tranquillo che probabilmente è stagnola o alluminio.

Questo è un segnale che necessita di approfondimenti, in questo caso vai su disc 2 per lo meno escludi i piccoli pezzi di stagnola: se in disc 2 suona spezzato o non suona è stagnola al 99%. Se continua a suonare scava che è meglio, potrebbe anche essere un anello (quelli suonano fortissimi a prescindere dal materiale), ma anche una spiga o una moneta in nichelio.
Se il suono gracchia un pochino (in parte è buono ed in parte gracchiante) ed è forte, cambia angolatura, se continua a gracchiare passa su disc 2 e verifica come sopra… probabilmente
è un ferraccio un po’ più grande. Se cambiando angolatura suona bene, potrebbe essere un ferraccio regolare (chessò, un pezzo di ferro di cavallo ma anche qualcosa di interessante in ferro... Sempre che il ferro ti piaccia).
Se il suono è rimbombante, hai un pezzo grande sotto la piastra (lattina, bomba, grappolo di bossoli in superficie, elmetto e via dicendo... questo per dirti che se sei a militaria il suono rimbombante potrebbe anche essere interessante, se sei nel bosco a monete magari è una semplice lattina). Io solitamente verifico, tanto il bersaglio è sicuramente molto vicino e non occorre fare buche enormi.
Se senti un suono doppio, forse è una cartuccia ma scava comunque.

6 commenti:

  1. Questa sopra è la copia della mia recensione che si trova quì:
    http://metaldetector.forumfree.it/?t=42066340
    :-)

    Comunque sia, bel sito, complimenti

    Ciao
    Gianni

    RispondiElimina
  2. Grazie,
    cerchiamo di matchare le documentazioni on line che ci sembrano più attendibili in modo da dare all'utente una serie di informazioni chiare e più realistiche possibile (soprattutto non a scopi pubblicitari perchè siamo appassionati e non venditori)
    Comunque hai fatto una spiegazione da maestro... ;)

    RispondiElimina
  3. Mi permetto di consigliare alla direzione di questo interessante blog di aggiungere in firma al tips del tejon il nome dell'autore Gianni Giusti linux ubuntu

    Domenico

    RispondiElimina
  4. Non ci sono problemi, anzi, se volete aggiungere qualche post e collaborare con noi accettiamo molto volentieri nuovi collaboratori, con la speranza di incontrarci per fare un uscita insieme.

    RispondiElimina
  5. ho accolto il Vostro invito e l'ho girato agli altri componenti di MDW

    RispondiElimina
  6. Gianni,
    Hai dimenticato di dire che se il suono, dopo la passata, fa l'eco, potrebbe essere una lattina o un pezzo di grandi dimensioni.

    ciao
    Xergix

    RispondiElimina